affitta sale meeting

ricerca avanzata

Il Nostro Cartellone Culturale

2 Ottobre 2018, ore 21.00 Martedì Sera III serie 2018

LE PRIME APPLICAZIONI PRATICHE DELLA BLOCKCHAIN DOPO I BITCOIN

9 Ottobre 2018, ore 21.00 Martedì Sera III serie 2018

MENTI INSOLITE. RADIOGRAFIA DI CINQUE FEMMINICIDI

16 Ottobre 2018, eccezionalmente ore 18.00 Martedì Sera III serie 2018

BELLA ZIO

23 Ottobre 2018, eccezionalmente ore 19.00 Martedì Sera III serie 2018

ITALIA-EUROPA: QUALE FUTURO ECONOMICO-POLITICO?

lunedì 28 novembre 2011 - ore 15.00

L’ORA DI PIETRA

Caffè Letterari - Ciclo Autunno 2011 

immagine
giovedì

(Mondadori)

Incontro con Margherita Oggero
Interviene Sergio Pent

I suoi primi tredici anni Immacolata, per tutti Imma, li ha vissuti dove è nata, in un paese del profondo Sud, non lontano da Napoli, dove la legge è quella dettata dal boss locale e le donne sono costrette a chinare il capo di fronte al volere - o al rifiuto - dei loro uomini. Già segnata da un grande dolore durante l'infanzia e testimone, non vista, di un terribile delitto, Imma cresce cercando di dominare la propria indole selvatica e indipendente: ma quando, in seguito a un suo gesto di coraggiosa ribellione, la famiglia decide di mandarla al Nord, nascondendola a casa di una zia che lei quasi non conosce, Imma si trova all'improvviso a fare i conti con se stessa, con la ragazza che ancora quasi non si era accorta di essere, con la donna che vuole diventare...

Le lunghe ore solitarie tra le mura dell'appartamento della "zia scaduta" diventano per Imma la sfida più grande. Ferma dietro la finestra che è il suo solo contatto col mondo, aspetta la magica "ora di pietra", in cui per la strada non passa nessuno, le foglie degli alberi sono immobili e nessuna scia solca il cielo, l'ora in cui tutto sembra fermarsi e la verità delle cose si rivela nel silenzio. Ma la vita reale non si ferma mai, e solo violando la prigione che le è stata imposta Imma potrà conoscere il giovane venditore di libri usati che le offrirà la più meravigliosa delle evasioni: seguendo con trepidazione le vicende di Anna Frank, quelle di Michele Amitrano - protagonista di Io non ho paura - o di Oliver Twist, Imma supererà la nostalgia delle sue campagne assolate e assassine e troverà ancora una volta il coraggio per uno slancio di libertà.

Margherita Oggero ha scritto un romanzo di formazione delicato e forte, che ha il ritmo incalzante di un giallo ed è percorso dallo sguardo acuto di chi sa scavare sotto la superficie delle parole e dei gesti per raggiungere il cuore pulsante dei desideri, delle speranze, della libertà. È, questo, un libro che parla di altri libri, di come parole nate per raccontare storie lontane possano rivelarsi miracolosamente vicine alla nostra, e possano essere lievito segreto e forte per una vita nuova.

COLLABORATORI ED ENTI PATROCINANTI