affitta sale meeting

ricerca avanzata

Il Nostro Cartellone Culturale

2 Ottobre 2018, ore 21.00 Martedì Sera III serie 2018

LE PRIME APPLICAZIONI PRATICHE DELLA BLOCKCHAIN DOPO I BITCOIN

9 Ottobre 2018, ore 21.00 Martedì Sera III serie 2018

MENTI INSOLITE. RADIOGRAFIA DI CINQUE FEMMINICIDI

16 Ottobre 2018, eccezionalmente ore 18.00 Martedì Sera III serie 2018

BELLA ZIO

23 Ottobre 2018, eccezionalmente ore 19.00 Martedì Sera III serie 2018

ITALIA-EUROPA: QUALE FUTURO ECONOMICO-POLITICO?

Lunedì 15 febbraio 2010 - ore 15.00

La Strada di Smirne

Caffè Letterari - Ciclo Inverno 2010 

giovedì La strada di Smirne (Antonia Arslan) - Rizzoli
È finita. La fuga è giunta alla sua conclusione. Al sicuro a bordo di una nave che li condurrà in Italia, Shushanig e i suoi quattro figli si lasciano alle spalle le atrocità che hanno sconvolto la loro vita e sterminato i loro cari e tante altre famiglie armene. Quello è il passato, racchiuso e conservato per sempre tra le pagine della "Masseria delle allodole". Ora una nuova storia incalza. Mentre in Italia i figli di Shushanig si adattano dolorosamente a una nuova realtà, Ismene, la lamentatrice greca che tanto ha fatto per strapparli alla morte, cerca di dare corpo all'illusione di salvare altre vite, prendendosi cura degli orfani armeni che vagano nelle strade di Aleppo, ostaggi innocenti di una brutalità che non si può dimenticare. Ma proprio quando nella Piccola Città dove tutto ha avuto inizio qualcuno torna per riprendere quel che gli appartiene, ogni speranza di ricostruire un futuro compromesso cade in frantumi. La narrazione di Antonia Arslan stupisce per il coraggio di testimoniare fino in fondo le vicende di un popolo condannato all'esilio e per la capacità di dipingere un mondo vivo e pulsante di donne e uomini straordinari. Donne e uomini normali che hanno sofferto senza spezzarsi, attraversando le alte fiamme che, nell'incendio di Smirne, sembravano voler bruciare la speranza di una vita nuova.
 

COLLABORATORI ED ENTI PATROCINANTI