affitta sale meeting

ricerca avanzata

Il Nostro Cartellone Culturale

Martedì 22 maggio 2018, ore 21.00 Martedì Sera - II serie 2018

UNA NUOVA ITALIA. DALLE ELEZIONI AGLI SCENARI POLITICI ATTUALI

Lunedì 28 maggio 2018, ore 15.00 Caffè Letterari - II serie 2018

RESTO QUI

Martedì 29 maggio 2018, ore 21.00 Martedì Sera - II serie 2018

DIALOGO SULL'IMMIGRAZIONE. TRA FALSI E SCOMODE VERITA'

Mercoledì 30 maggio 2018, ore 10.00 Appuntamenti del mercoledì mattina - II serie 2018

SAPORI, ERBE E AROMI: ECCELLENZE DEL PIEMONTE

Lunedì 4 giugno 2018, ore 15.00 Caffè Letterari - II serie 2018

IL CORPO

Martedì 5 giugno 2018, ore 21.00 Martedì Sera - II serie 2018

HOMO PREMIUM. COME LA TECNOLOGIA CI DIVIDE

Mercoledì 6 giugno 2018, ore 10.00 Appuntamenti del mercoledì mattina - II serie 2018

LE INSIDIE NELLE CARENZE VITAMINICHE: CAUSE, RIPERCUSSIONI E RIMEDI NELL'ADULTO

Martedì 12 giugno 2018, ore 21.00 Martedì Sera - II serie 2018

DA "LA SMORFIA" A TORINO

Mercoledì 13 giugno 2018, ore 10.00 Appuntamenti del mercoledì mattina - II serie 2018

GRAND'ITALIA. PROFILI DI ITALIANI ILLUSTRI DEL '900

Lunedì 13 febbraio, ore 15.00

NESSUNO COME NOI (Mondadori)

I Caffè Letterari - 1° ciclo 2017 

Luca Bianchini, torinese, scrittore e conduttore radiofonico italiano,  inaugurerà il ciclo con la presentazione del libro “Nessuno come noi”, edito da Mondadori, insieme alla scrittrice torinese Margherita Oggero. I protagonisti del nuovo volume sono 4 ragazzi di 17 anni alle prese con i primi amori e le amicizie che in quella fase della vita rappresentano tutto. Ragazzi all’alba delle loro esistenze dove tutto sembra possibile e si ha fiducia nel futuro perché il meglio deve ancora venire. Nell’ambiente urbano di una Torino snob degli anni ‘80  al culmine del suo processo industriale al liceo statale Majorana di Moncalieri si incontrano i ricchi della collina e i meno privilegiati della periferia torinese. Vince, Cate, Romeo e Spagna partono per un viaggio alla scoperta di se stessi, senza avere a disposizione un computer o uno smartphone che gli indichi la via. L’autore ci presenta così il suo romanzo trans-generazionale, che parla di una generazione pur rivolgendosi anche ai figli della stessa. Un mondo al cui interno il valore dei rapporti umani non veniva tracciato su schermi a led ma notificato dal suono del campanello di casa e da gettoni telefonici che non bastavano mai, affondando le proprie radici nel tavolino di una gelateria dove l’unica cosa condivisa non poteva che essere una gigantesca Banana Split

COLLABORATORI ED ENTI PATROCINANTI