affitta sale meeting

ricerca avanzata

Il Nostro Cartellone Culturale

Martedì 22 maggio 2018, ore 21.00 Martedì Sera - II serie 2018

UNA NUOVA ITALIA. DALLE ELEZIONI AGLI SCENARI POLITICI ATTUALI

Lunedì 28 maggio 2018, ore 15.00 Caffè Letterari - II serie 2018

RESTO QUI

Martedì 29 maggio 2018, ore 21.00 Martedì Sera - II serie 2018

DIALOGO SULL'IMMIGRAZIONE. TRA FALSI E SCOMODE VERITA'

Mercoledì 30 maggio 2018, ore 10.00 Appuntamenti del mercoledì mattina - II serie 2018

SAPORI, ERBE E AROMI: ECCELLENZE DEL PIEMONTE

Lunedì 4 giugno 2018, ore 15.00 Caffè Letterari - II serie 2018

IL CORPO

Martedì 5 giugno 2018, ore 21.00 Martedì Sera - II serie 2018

HOMO PREMIUM. COME LA TECNOLOGIA CI DIVIDE

Mercoledì 6 giugno 2018, ore 10.00 Appuntamenti del mercoledì mattina - II serie 2018

LE INSIDIE NELLE CARENZE VITAMINICHE: CAUSE, RIPERCUSSIONI E RIMEDI NELL'ADULTO

Martedì 12 giugno 2018, ore 21.00 Martedì Sera - II serie 2018

DA "LA SMORFIA" A TORINO

Mercoledì 13 giugno 2018, ore 10.00 Appuntamenti del mercoledì mattina - II serie 2018

GRAND'ITALIA. PROFILI DI ITALIANI ILLUSTRI DEL '900

Martedì 15 novembre, ore 21

PIETRO ACCORSI, IL MERCANTE DI MERAVIGLIE

I martedì Sera - 4° ciclo 2016 

La serata inaugurale vedrà la partecipazione di Renato Rizzo, giornalista, che dialogando con Alessandro Perissinotto e Stefania Giuliani ci tratteggerà un ritratto di  “Pietro Accorsi il mercante di meraviglie”. La vita di Pietro Accorsi costituisce uno dei capitoli più affascinanti della storia dell'antiquariato europeo del XX secolo: nato a Torino nel 1891 da una famiglia modestissima rivelò presto quelle doti di intuito artistico che lo resero famoso e stimato in Italia e all'estero, fino a trasformarlo nel riconosciuto "re degli antiquari". L'autore ne traccia con passione la biografia, ricca di episodi esaltanti, sorprendenti e persino misteriosi. Frutto di quei rapporti, non solo d'affari, che il "mercante di meraviglie", intrecciò con importanti personalità del suo secolo: da Emanuele Filiberto d'Aosta a Werner Abegg, da Riccardo Gualino a Gustavo Rol, dagli Agnelli a Henry Ford a Luigi Einaudi, nonché Umberto di Savoia. Trattò un numero di arredi così grande "da riempire piazza Vittorio", ma i pezzi più strabilianti li tenne a Villa Paola, e costituiscono il nucleo del Museo di Arti Decorative di via Po, realizzato grazie ad una sapiente ristrutturazione realizzata da Giulio Ometto, il "delfino" dell'antiquario.

COLLABORATORI ED ENTI PATROCINANTI