affitta sale meeting

ricerca avanzata

Il Nostro Cartellone Culturale

2 Ottobre 2018, ore 21.00 Martedì Sera III serie 2018

LE PRIME APPLICAZIONI PRATICHE DELLA BLOCKCHAIN DOPO I BITCOIN

9 Ottobre 2018, ore 21.00 Martedì Sera III serie 2018

MENTI INSOLITE. RADIOGRAFIA DI CINQUE FEMMINICIDI

16 Ottobre 2018, eccezionalmente ore 18.00 Martedì Sera III serie 2018

BELLA ZIO

23 Ottobre 2018, eccezionalmente ore 19.00 Martedì Sera III serie 2018

ITALIA-EUROPA: QUALE FUTURO ECONOMICO-POLITICO?

Lunedì 18 ottobre 2010 - ore 21.15

I lunghi anni Sessanta

L’Italia unita: i protagonisti e i momenti – Terzo Ciclo 2010 

giovedì La maggior parte della storiografia sugli anni Sessanta presenta interpretazioni severe di questa fase repubblicana che, con qualche variazione nella scansione temporale, viene considerata un'occasione mancata, se non addirittura perduta, per avviare il paese sui binari virtuosi di uno sviluppo economico, sociale e istituzionale pari o comunque in armonia con quello delle nazioni più progredite dell'Occidente democratico. Da qui si è venuta consolidando una valutazione dell'intera storia della Repubblica nei termini di un <<paese mancato>> (Crainz); una tesi largamente condivisa tanto da ritrovarsi nei manuali scolastici e da diventare per così dire vulgata corrente. D'altra parte anche chi con maggiore equilibrio non si associa a questa visione liquidatoria,  ha finito per offrire la valutazione di  un <<riformismo impossibile>>, stante gli equilibri tra i partiti in Parlamento e nelle stesse coalizioni di governo (Sabbatucci).
Negli ultimi anni però si sono cominciate a registrare prese di posizione di altro segno che rimettono in discussione i parametri di valutazione da cui è derivata questa sorta di damnatio memoriae degli anni del boom e degli esecutivi di centrosinistra impegnati a governare il cambiamento.

COLLABORATORI ED ENTI PATROCINANTI