MENU

Centro Congressi UI

Un modello gestionale innovativo capace di rispondere ad ogni esigenza.

Offerta Culturale

Curzio Malaparte

giovedì Curzio Malaparte Biografia:Kurt Erich Suckert, vero nome di Curzio Malaparte, nasce a Prato il 9 giugno 1898.
Combatte nella Prima Guerra Mondiale prima in Francia, nella legione garibaldina in cui si è arruolato appena sedicenne; successivamente con l'entrata nel conflitto dell'Italia passa nel corpo degli Alpini del Regio Esercito.
Alla fine della guerra intraprende l'attività di giornalista, ma è soprattutto la politica ad interessarlo. Nel 1920 aderisce al partito fascista e nel 1922 partecipa alla marcia su Roma. Tuttavia a metà degli anni venti inizia un graduale distaccamento dall'ideologia fascista e nel 1931 scrive "Tecnica del colpo di stato", ritenuto un profondo attacco nei confronti di Hitler e Mussolini. Per questo viene prima allontanato da La Stampa di cui era direttore, ed è poi confinato a Lipari. Solo dopo 5 anni e grazie all'intervento di Galeazzo Ciano torna in libertà.
Ricomincia a lavorare come giornalista al Corriere della Sera, quindi fonda la rivista Prospettive.
Allo scoppio della Seconda Guerra Mondiale torna sul fronte come capitano degli alpini e come corrispondente per il Corriere della sera. Le esperienze della guerra forniranno il materiale per il suo primo romanzo "Kaputt". L'arrivo delle forze di liberazione americane a Napoli e il profondo stato di prostrazione della città partenopea costituiscono il nucleo narrativo del secondo romanzo, La pelle, pubblicato nel 1949 e messo all'indice dalla Chiesa.
Il dopoguerra vede Malaparte cimentarsi anche con drammi e film: il Cristo Proibito che vince il premio Città di Berlino al Festival di Berlino. Politicamente si avvicina invece al Partito Comunista Italiano, attirandosi le critiche di larga parte della cultura italiana.
Muore di cancro nel 1957; le sue spoglie riposano in un mausoleo sulla cime del Monte Spazzavento a Prato, secondo le sue volontà.

Scopri questa sala

Sala Giovanni Agnelli

Sala conferenze con una capienza complessiva di 410 posti

Scopri di più


Sempre in questa Sala

La guerra fascista

Lunedì 30 novembre, sempre alle ore 15.00, il palco della Sala Agnelli sarà occupato da un solo ospite che conosce molto bene i nostri spazi e riesce sempre a intrattenerci grazie...

Scopri di più

Potrebbero interessarti anche

La guerra fascista

Lunedì 30 novembre, sempre alle ore 15.00, il palco della Sala Agnelli sarà occupato da un solo ospite che conosce molto bene i nostri spazi e riesce sempre a intrattenerci grazie...

Scopri di più

Serata finale "Premio Mattia Serafini"

L’ultimo incontro, che conclude il ciclo e conclude anche il 2020, sarà dedicato alla serata finale del “Premio Mattia Serafini”, giovedì 10 dicembre alle ore 18.00....

Scopri di più

40 anni di lotta alla mafia: storia e protagonisti

Nell’ultimo incontro, in streaming martedì 1 dicembre ore 18.00, i protagonisti saranno Alfredo Galasso, autore di “La mafia che ho conosciuto” edito da Chiarelettere,...

Scopri di più

Gruppo Giovani Imprenditori

giovedì Assemblea Annuale Gruppo Giovani imprenditori Unione Industriale di Torino "START UP, NATI PER CRESCERE"

Scopri di più
web site by NET BULL