MENU

Centro Congressi UI

Un modello gestionale innovativo capace di rispondere ad ogni esigenza.


Eventi Ospitati

DAL RISPARMIO ALL'INVESTIMENTO PER IL RILANCIO DELL'OCCUPAZIONE, DELL'INNOVAZIONE E DELLA PRODUZIONE IN PIEMONTE

L'importante convegno promosso dall’AMMA, in collaborazione con lo studio Tosetti Value, in programma nella mattinata del 26 novembre tratterà di come avvicinare il risparmio privato agli investimenti in aziende eccellenti recuperando, in tal modo, significative risorse al definitivo rilancio dell’industria piemontese.

 

Si è deciso di pubblicare un libro, che viene editato da Egea-Bocconi e verrà distribuito a tutti coloro che parteciperanno al convegno.

 

Ecco le principali tematiche che verranno discusse nel corco dell'evento: 

  1. Il profilo del nuovo capitalismo indipendente. In base agli studi del principale studioso americano dell'imprenditorialità, William Baumol, esiste uno stretto rapporto tra il capitalismo "imprenditoriale" e il processo della crescita economica. Il capitalismo imprenditoriale è la molla dello sviluppo. Se si guarda alla storia economica degli ultimi 20 anni in Italia, non ci sono dubbi che questo nucleo particolarmente vitale vada ricondotto all'ascesa delle medie imprese. Tale parte del sistema industriale ha saputo reagire con efficacia alla crisi, a testimonianza che nell'organizzazione produttiva dell'Italia settentrionale esistono leve e punti di forza qualificati, seppure con un netto divario tra quanti operano sui mercati internazionali e quanti restano ancorati ad un mercato interno ancora poco vivace. Si deve tuttavia rilevare che oggi il capitalismo imprenditoriale italiano non possiede quei legami che nel passato hanno determinato la coesione e l'efficacia del nostro sistema economico. Da qui la necessità di orientare gli investimenti sul capitalismo imprenditoriale per farlo ridiventare la forza trainante di una nuova fase dello sviluppo italiano.

     
  2. Il quadro economico del nord-ovest, i motori dello sviluppo e i freni alla crescita. Il capitolo pone al centro dell'analisi la demografia di impresa del Piemonte, confrontata con lo scenario del nord-ovest. Lo scopo è di rendere gli operatori economici consapevoli delle opportunità e dei vincoli con cui la competizione globale rende necessario ed inevitabile confrontarsi. La struttura dell'assetto produttivo del Piemonte viene esaminata con le considerazioni che emergono dall'analisi della consistenza e dalla dinamica del risparmio privato nella nostra Regione. Ne emerge un quadro in cui si nota come ci siano in potenza risorse patrimoniali da indirizzare con strumenti innovativi verso forme di remunerazione legate all'investimento produttivo.

     
  3. Dal risparmio all'investimento. Tra il risparmio e l'investimento produttivo si sono costituiti nel tempo ostacoli difficili da superare. I tradizionali canali di finanziamento dell'industria non bastano più; occorre crearne nuovi. L'Italia e il Piemonte dispongono di un consistente accumulo di risparmio, la cui allocazione trascura tuttavia le possibilità offerte dal dinamismo di un sistema produttivo che potrebbe generare una crescita considerevole. Questo capitolo deve presentare un'analisi della struttura del risparmio italiano e delle cause che ostacolano il suo afflusso in direzione delle imprese più dinamiche. Possiamo ipotizzare che una percentuale, sia pure limitata, del risparmio possa indirizzarsi in quella direzione, ove trovasse strumenti più adeguati degli attuali? E quali vantaggi ne potrebbero derivare?

     
  4. La proposta di una nuova strategia d'investimento. Contiene l'indicazione delle modalità di costituzione di un fondo in grado di attrarre e pilotare il risparmio in direzione di un selezionato gruppo d'imprese dinamiche. Tale fondo dovrebbe essere diverso da quelli esistenti, sia per le garanzie offerte ai risparmiatori, sia per la qualità delle imprese destinatarie, sia per le significative conseguenze che queste ultime sono in grado di generare per lo sviluppo locale, e che possa divenire il fulcro di un'articolata strategia di sviluppo. 

 

Per partecipare al convegno clicca su "ACCREDITO" (a fianco al programma)
I posti sono limitati.

Scopri questa sala

Sala Giovanni Agnelli

Sala conferenze con una capienza complessiva di 410 posti

Scopri di più


Sempre in questa Sala

Mario Soldati. La gioia di vivere

Lo scrittore Pier Franco Quaglieni presenta il suo libro dedicato all’amico Mario Soldati, una lettura a cura di Anna Abate. Già nel titolo, “Mario Soldati. La gioia di...

Scopri di più

Potrebbero interessarti anche

Anni di piombo e di tritolo

In un racconto drammatico e articolato, Gianni Oliva ripercorre la stagione degli attentati a mano armata del terrorismo «rosso» e delle stragi «nere». E ricostruisce...

Scopri di più

Il salotto di Rol

Consultato da alcuni dei protagonisti del Novecento (da D’Annunzio a Buzzati, da Dalí a Einstein, dalla regina Elisabetta a Mussolini, da Kennedy a De Gaulle), è stato oggetto...

Scopri di più

NON SONO IO

Non sono io (Daniela Piazza Editore). Un pubblico ministero, Bruno Ferretti; tre casi, tre legal thriller che affondano le loro radici nella realtà. Il primo vede implicato uno stupratore...

Scopri di più

Mario Soldati. La gioia di vivere

Lo scrittore Pier Franco Quaglieni presenta il suo libro dedicato all’amico Mario Soldati, una lettura a cura di Anna Abate. Già nel titolo, “Mario Soldati. La gioia di...

Scopri di più
web site by NET BULL