MENU

Centro Congressi UI

Un modello gestionale innovativo capace di rispondere ad ogni esigenza.


Offerta Culturale

LA VIGNA DI ANGELICA (Sperling & Kupfer)

Lunedì 26 ottobre, alle ore 15,00, sarà presentato, insieme a Mia Peluso,  il libro di Sveva Casati Modignani “La vigna di Angelicaedito da Sperling & Kupfer.  Autrice amatissima della narrativa contemporanea, i suoi libri sono stati tradotti in più di venti Paesi e leggendo La vigna di Angelica capiamo ancora una volta perché. La protagonista di carta – ma così vera e vicina da sembrare una nostra amica, sorella, madre – è Angelica Brugliani, carismatica trentacinquenne nata e cresciuta tra i vigneti bresciani. Fieramente moglie del giornalista Raffaello Rovesti, madre dell’adolescente Elisabetta e proprietaria delle prestigiose cantine Brugliani, Angelica riesce – almeno apparentemente – a tenere insieme il lavoro, l’amore e la famiglia. Vive nella bellissima villa di famiglia a Borgofranco, circondata da vigne meravigliose, vasti possedimenti e domestici fedeli. Ma, come spesso accade, la perfezione si incrina. Comincia a ricevere messaggi anonimi, che la informano che il marito ha un’amante… Anche una donna forte come lei può cedere, e una sera, mentre è in sella alla sua moto, il casco si annebbia dal pianto e Angelica non si accorge che l’auto davanti a lei sta frenando. L’incidente è inevitabile.  Un ritratto raffinato di una donna contemporanea e forte, che si mette le scarpe col tacco ma va in motocicletta, che sa scegliere, piena di sogni ma saldamente ancorata alla terra. Un’altra grande protagonista che ci porta nel mondo delle due – tra le tante – eccellenze italiane: il vino e il cibo. Non per niente, racconta l’autrice, per scrivere di Angelica e Tancredi ha tenuto lunghe e frizzanti conversazioni nientemeno che con Pia Donati Berlucchi, Cesare Ferrari, Massimo Bottura, Gualtiero Marchesi e Antonino Cannavacciuolo.
L’ultimo romanzo di Sveva Casati Modigliani è una lettura incalzante, affascinante e avvincente: un inno alla forza delle donne, alla capacità tutta femminile di risorgere sempre e di essere d’ispirazione. Una grandiosa epopea familiare in cui tutti noi – uomini e donne – possiamo rispecchiarci.

Scopri questa sala

Sala Giovanni Agnelli

Sala conferenze con una capienza complessiva di 410 posti

Scopri di più


Sempre in questa Sala

Serata finale "Premio Mattia Serafini"

L’ultimo incontro, che conclude il ciclo e conclude anche il 2020, sarà dedicato alla serata finale del “Premio Mattia Serafini”, giovedì 10 dicembre alle ore 18.00....

Scopri di più

Potrebbero interessarti anche

La guerra fascista

Lunedì 30 novembre, sempre alle ore 15.00, il palco della Sala Agnelli sarà occupato da un solo ospite che conosce molto bene i nostri spazi e riesce sempre a intrattenerci grazie...

Scopri di più

Serata finale "Premio Mattia Serafini"

L’ultimo incontro, che conclude il ciclo e conclude anche il 2020, sarà dedicato alla serata finale del “Premio Mattia Serafini”, giovedì 10 dicembre alle ore 18.00....

Scopri di più

40 anni di lotta alla mafia: storia e protagonisti

Nell’ultimo incontro, in streaming martedì 1 dicembre ore 18.00, i protagonisti saranno Alfredo Galasso, autore di “La mafia che ho conosciuto” edito da Chiarelettere,...

Scopri di più

L’ITALIA E LA SECONDA ECONOMIA DEL MONDO: come relazionarsi OGGI con il mercato CINESE-La logistica a supporto delle Imprese italiane operanti con la Cina

giovedì Durante il seminario a Torino, il primo di un road show che sarà replicato in altre regioni italiane, alcuni imprenditori, che hanno avviato con successo le attività produttive o...

Scopri di più
web site by NET BULL