MENU

Centro Congressi UI

Un modello gestionale innovativo capace di rispondere ad ogni esigenza.


Offerta Culturale

IL CALIFFATO DEL TERRORE. PERCHE' LO STATO ISLAMICO MINACCIA L'OCCIDENTE

Incontro con MAURIZIO MOLINARI

Intervengono MARIO CALABRESI e PIERO FASSINO

Decapitazioni di arabi e occidentali e attentati nel cuore di un’Europa incredula, donne schiavizzate, bambini trasformati in killer, pulizia etnica, fosse comuni e la richiesta di obbedienza assoluta. Da Aleppo a Baghdad lo Stato Islamico guidato dal Califfo Abu Bakr al-Baghdadi ridisegna la geografia del Medio Oriente e incombe minacciosamente su di noi. Ma da dove vengono i jihadisti che vogliono purificare il mondo dagli infedeli? Maurizio Molinari rivela in questo libro la genesi di un’ideologia religiosa totalitaria che evoca le brutalità di Hitler e Stalin, travolge l’Islam e genera violenze orrende. Comprese le stragi come quelle di Parigi, nella redazione del settimanale “Charlie Hebdo” e nel supermercato “Yper Cacher”. Sono terroristi che nascono dall’odio per il prossimo, amano la morte, reclutati e addestrati per fare scempio di chiunque non la pensa come loro: musulmano, cristiano, ebreo o ateo poco importa. “Osama Bin Laden voleva sconvolgere l’America per spingerla a ritirarsi dal Medio Oriente” scrive Molinari, “al–Baghdadi ha trasformato la guerra santa in uno Stato con cui tutti dobbiamo fare i conti”. Uno Stato che si basa su un buon sistema amministrativo perché a differenza di altri gruppi jihadisti, il Califfo sa che per consolidare il consenso l’arma migliore è quella di distribuire pane, acqua ed elettricità, facendo attenzione ad assumere gli ingegneri giusti per gestire dighe e pozzi petroliferi. La ferocia dei tagliagole è solo la punta dell’iceberg di un potere, efficiente e barbarico, che mette a rischio anche la nostra sicurezza

Scopri questa sala

Sala Giovanni Agnelli

Sala conferenze con una capienza complessiva di 410 posti

Scopri di più


Sempre in questa Sala

L'archivio del diavolo

Il secondo appuntamento, lunedì 28 settembre alle ore 15.00, ospiterà Pupi Avati - regista, sceneggiatore, produttore cinematografico e scrittore italiano è uno dei maestri...

Scopri di più

Potrebbero interessarti anche

L'archivio del diavolo

Il secondo appuntamento, lunedì 28 settembre alle ore 15.00, ospiterà Pupi Avati - regista, sceneggiatore, produttore cinematografico e scrittore italiano è uno dei maestri...

Scopri di più

Presunto colpevole

Lunedì 5 ottobre, alle ore 15.00, il palcoscenico della Sala Agnelli si trasforma in luogo di ricordi legati all’identità e alla storia nazionale. Marcello Sorgi, noto...

Scopri di più

Doppio silenzio

Lunedì 19 ottobre, ore 15.00, sarà il momento di Gianni Farinetti e del suo attesissimo nuovo libro “Doppio silenzio”, edito da Marsilio Editore a colloquio con Barbara...

Scopri di più

Incontro con i "Guerrieri" del Premio Bronzi di Riace

Venerdì 9 ottobre, alle ore 15.00 – giorno non canonico per il nostro ciclo di Caffè Letterari, eccezionale sia nella data che nella forma – sarà dedicato...

Scopri di più
web site by NET BULL