MENU

Centro Congressi UI

Un modello gestionale innovativo capace di rispondere ad ogni esigenza.


Offerta Culturale

Alla scoperta della cucina piemontese e di una delle sue principali star: la pasta

Appuntamento con lo chef del “Ristorante Del Cambio”, Matteo Baronetto e limprenditore e amministratore delegato di Pasta Berruto SpA, Stefano Berruto, coordinati da  Luca Iaccarino, giornalista-blogger. “Alla scoperta della cucina piemontese e di una delle sue principali star: la pasta” è il tema di questo incontro. La cucina piemontese si può definire fra le più varie e raffinate del nostro paese, ricca di sapori e frutto di una tradizione culinaria antica, tramandata dalle antiche corti nobiliari, anche se molte delle sue ricette sono d’ispirazione contadina. I piemontesi, per loro natura sobri, ma anche amanti della buona tavola, hanno menù ricchi e articolati. La tradizione della pasta in questa regione comprende soprattutto le paste fresche all’uovo, legate ai momenti tipici della domenica o delle festività. Si differenziano per ingredienti e per forma, ma sono tutte prodotte a partire da alimenti semplici e genuini mediante un lungo e laborioso processo di preparazione tipico della cucina di altri tempi.  Stefano Berruto è oggi l’erede della tradizione pastaia di famiglia, iniziata con la gestione di un antico mulino e culminata nell’odierna avventura imprenditoriale di Pasta Berruto. Il marchio 1881 racchiude l’esperienza di oltre un secolo e diviene sinonimo di qualità e passione. Ispirato ai princípi e valori che da sempre hanno contraddistinto questa importante esperienza, Stefano ha voluto raccogliere sotto un marchio dedicato una prestigiosa selezione di prodotti esclusivi. Le proposte, apparentemente anche molto diverse tra loro per specificità e modalità di consumo, sono legate da un unico indissolubile filo conduttore: la genuinità e l’alta qualità nella scelta delle materie prime utilizzate e nella gestione delle fasi del processo produttivo, per soddisfare anche il consumatore più attento ed informato.

Scopri questa sala

Sala Giovanni Agnelli

Sala conferenze con una capienza complessiva di 428 posti

Scopri di più


Sempre in questa Sala

Vorrei e non vorrei

Sposarsi, cambiare lavoro, intraprendere un percorso di studi, ma anche quali scarpe mettere o cosa mangiare. Ci sono sempre più persone che di fronte alle scelte si bloccano, si tormentano...

Scopri di più

Potrebbero interessarti anche

Uno non vale uno

Da dove ha origine l’opinione diffusa secondo la quale se la gente comune potesse esercitare pienamente il potere, tutto andrebbe meglio? Su quali fantasmi ideologici si basa la pretesa di...

Scopri di più

La spalla che duole

Incontro con SERGIO RIGARDO, Specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione, Direttore Tecnico Fisiokineriterapia - LARC MOMBARCARO GIANCARLO SARNELLI, Specialista in Radiologia, Consulente LARC...

Scopri di più

Quella metà di noi

Quella metà di noi è un romanzo intenso e coinvolgente, ambientato nella Torino dei nostri giorni, in cui si muovono una folla di personaggi a cui Paola Cereda affida il compito di...

Scopri di più

150.000 opere d’arte, 2000 anni di storia: la Fondazione Torino Musei

La Fondazione Torino Musei cura e gestisce il patrimonio storico-artistico della Città di Torino. La missione è di tutelare il patrimonio, effettuare ricerche, esporre e comunicare...

Scopri di più