MENU

Centro Congressi UI

Un modello gestionale innovativo capace di rispondere ad ogni esigenza.


Offerta Culturale

Torino capitale del Ducato di Savoia

giovedì Torino fino al 1091 era stata capoluogo di una grande marca, estesa dal Piemonte centrale alla Liguria, voluta dall’imperatore Ottone I. L’ultima esponente della dinastia arduinica, Adelaide, attraverso il matrimonio con Oddone di Moriana-Savoia instaurò rapporti con poteri transalpini.
Ma erano rapporti rigorosamente privati, lo Stato alpino dei Savoia non nacque in quel momento. Per circa due secoli Torino, governata insieme da vescovi potenti e da un fragile comune, perse la sua centralità, mentre la dominazione signorile dei Savoia si spingeva fino ad Avigliana.
I conti sabaudi arrivarono definitivamente a Torino nel 1280, con Tommaso III, esponente del ramo piemontese che divenne il principale con il fratello di Tommaso, Amedeo V, vicario dell’imperatore Enrico VII all’inizio del Trecento.
I domini sabaudi, con un coordinamento precario, si allargavano sui due versanti alpini, e furono unificati in una struttura statale coerente (ma policentrica) nel 1418 da Amedeo VIII, che nel 1416 aveva ottenuto il titolo ducale.
Torino era capoluogo importante ma regionale di una parte della struttura amministrativa del ducato, che per “piemontesizzarsi” in modo significativo dovette attendere la fine del medioevo. Non a caso fu Emanuele Filiberto (1553-1580) a trasferire da Chambéry a Torino il centro governativo e a fare di Torino la nuova e unica capitale.
Interviene Giuseppe Sergi, Professore di Storia Medievale all'Università degli Studi di Torino
 

Scopri questa sala

Sala Giovanni Agnelli

Sala conferenze con una capienza complessiva: - 410 posti PRE COVID-19 - 198 + 2 persone diversamente abili POST COVID-19

Scopri di più


Sempre in questa Sala

Che fine hanno fatto i bambini? Cronache di un Paese che non guarda il futuro

Il secondo appuntamento, mercoledì 28 aprile alle ore 15.00, vedrà protagonista la giornalista di Repubblica, Annalisa Cuzzocrea, che è anche una mamma e come molte altre, in...

Scopri di più

Potrebbero interessarti anche

Il cibo che ci salverà

Durante il penultimo incontro, martedì 18 maggio alle ore 15.00, Eliana Liotta sarà l’assoluta protagonista, insieme al suo libro “Il cibo che ci salverà”,...

Scopri di più

Che fine hanno fatto i bambini? Cronache di un Paese che non guarda il futuro

Il secondo appuntamento, mercoledì 28 aprile alle ore 15.00, vedrà protagonista la giornalista di Repubblica, Annalisa Cuzzocrea, che è anche una mamma e come molte altre, in...

Scopri di più

Il gioco delle ultime volte

Martedì 11 maggio, ore 15.00, trascorreremo il pomeriggio in compagnia di Margherita Oggero che presenterà “Il gioco delle ultime volte”, edito da Einaudi. Insieme a lei...

Scopri di più

La moda della vacanza

L’ultimo incontro, martedì 25 maggio ore 15.00, celebrerà il periodo dell’anno che da sempre mette d’accordo adulti e piccini, mariti e mogli, genitori e figli: il...

Scopri di più
web site by NET BULL