MENU

Centro Congressi UI

Un modello gestionale innovativo capace di rispondere ad ogni esigenza.

Offerta Culturale

TI PRENDO PER MANO

New York. Daria si trasferisce in un loft a Soho. E’ alla soglia dei cinquant’anni, è sola, ma ad accompagnarla ci sono i suoi sogni, una grande voglia di vivere, l’energia che conferisce la prospettiva di un nuovo inizio. Cambio di scenario: Arizona, una casa affacciata sul deserto. Daria va a trovare l’anziana mamma e deve digerire una notizia inaspettata. La madre ha un tumore, ma non vuole farsi operare e rifiuta le cure. E’ la cruda realtà contro la quale si infrangono i sogni di Daria. Niente più New York, niente gallerie cui mostrare il suo lavoro di scultrice, tramontata la speranza di ricostruirsi una vita affettiva.

In questo romanzo intenso, coinvolgente, ispirato alla propria esperienza personale, Romina Power si confronta con la malattia e il dolore. Lo fa con grande delicatezza, con lievità addirittura, alternando diversi registri narrativi: Daria è travolta dallo struggente ricordo di una madre che era stata bellissima e ora è devastata dal male; accetta senza falsi pudori l’inarrestabile decadimento fisico; infine trova la forza per astrarsi dalla drammaticità del presente grazie alla sua pratica spirituale e a una bilanciata dose di ironia. Col passare dei mesi il rapporto di dipendenza tra l’anziana madre e la figlia innesca un’inversione di ruoli: la madre diventa figlia, la figlia accudendola diventa madre. La fine è ineluttabile, Daria lo sa. E quando beffarda si presenta la morte, è pronta ad accoglierla, quasi ricevesse un mazzo di rose.

 

Incontro con:

ROMINA POWER è cantante, attrice, scrittrice, pittrice, vive in California. Nasce a Los Angeles e arriva in Italia all’eta’ di nove anni. A tredici anni viene scoperta dal cinema . Gira quattordici film in quattro anni . A diciotto anni, intraprende la carriera musicale  mietendo molti successi sia in Italia che all’estero. Nel 1989 pubblica una raccolta di interviste , Cercando mio padre. Il primo romanzo , Ho sognato Don Chisciotte, esce nel 2000, seguito da Upaya, un cofanetto contenente un medio metraggio ,un breve racconto e diario indiano (2005). Nel 2005 traduce Kalifornia. It's here now del maestro spirituale indiano Bhagavan Das.

Interviene ALESSANDRA COMAZZI

Scopri questa sala

Sala Giovanni Agnelli

Sala conferenze con una capienza complessiva di 410 posti

Scopri di più


Sempre in questa Sala

Ipoacusia e acufeni: la riabilitazione

A discuterne il dr. SERGIO RIGARDO, Specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione, Direttore Tecnico Fisiokinesiterapia LARC MOMBARCARO, il dr. PAOLO PORCU', Specialista in...

Scopri di più

Potrebbero interessarti anche

IL VIOLINO DI MUSSOLINI

Il violino di Mussolini (Bompiani). Questo terzo appuntamento è un'occasione per fermare il tempo e immergersi in una storia dall'atmosfera romantica quanto storica. Libri e...

Scopri di più

UN TEMPO PER OGNI COSA

Il professore ROBERTO MANFREDINI dialoga con la giornalista e conduttrice di Obiettivo Salute del Sole 24 Ore NICOLETTA CARBONE Nell'ultimo appuntamento gli ospiti affronteranno il tema...

Scopri di più

LE DANNATE

Le dannate (Mondadori). Lo stesso autore ha definito con le seguenti parole la storia che ha scelto di raccontare:  «Ci sono storie che scegliamo noi di raccontare, le selezioniamo tra...

Scopri di più

Il salotto di Rol

Consultato da alcuni dei protagonisti del Novecento (da D’Annunzio a Buzzati, da Dalí a Einstein, dalla regina Elisabetta a Mussolini, da Kennedy a De Gaulle), è stato oggetto...

Scopri di più
web site by NET BULL